sabato 6 gennaio 2018

"Tsuge"


E' stato amore a prima vista! Quando l'ho vista a Milano, così elegante e diversa dalle altre, non ho proprio resistito! Non potevo lasciarla li, tutta sola, in quella vetrina di Al Pascià, ed è diventata mia.

Di che cosa sto parlando? Di una bellissima pipa Giapponese, una Tsuge. Molti neanche si immaginano che i giapponesi abbiano una significativa tradizione nella produzione delle pipe.

Risultati immagini per Tsuge

Era il 1938 quando Kyoichiro Tsuge, in un piccolo negozio a Tokyo,  iniziò la produzione di bocchini in avorio per le sigarette molti belli e  ricercati, attività che poi fu costretto ad abbandonare a causa della guerra. Finita la guerra riprese la sua attività ma poichè l'avorio scarseggiava cominciò a fabbricarli in legno di ciliegio.

Tuttavia, nel Giappone post bellico scarseggiavano tante cose, fra cui le cartine per le sigarette, mentre abbondava il tabacco da pipa. In quel periodo, in cui gli americani avevano occupato il Giappone, le foto del generale MacArthur con la sua pipa di granturco suscitavano molta curiosità ed un certo desiderio di emulazione. Fu allora che Kyoichiro Tsuge inizio a produrre le prime pipe in legno di ciliegio. Il successo fu tale che cominciò ad ingaggiare nuovi artigiani, sottraendoli anche ai fabbricanti di manici d'ombrello.

Risultati immagini per macarthur pipa

Negli anni '50, con la disponibilità della radica, cominciò a produrre pipe in radica. Successivamente, negli anni '70 i migliori Maestri della Casa cominciarono a frequentare i fabbricanti italiani e danesi facendo tesoro dell'esperienza acquisita.


Risultati immagini per Tsuge

Siamo arrivati ai giorni nostri, le pipe Tsuge sono davvero diverse da tutte le altre e con la loro storia, con l'indiscutibile fascino e l'indiscussa qualità non smettono di destare l'attenzione degli appassionati.

Buone fumate!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.