mercoledì 17 gennaio 2018

La curiosa storia dei Sigari Toscani

Il sigaro Toscano è un caratteristico sigaro prodotto in Italia dalla Manifatture Sigaro Toscano con tabacco Kentucky. Viene prodotto negli stabilimenti di Lucca e di Cava dei Tirreni e, in base al tipo, è prodotto a mano o a macchina.


Risultati immagini per tabacco kentucky

Si racconta che nell'agosto del 1815 diverse balle di tabacco Kentucky erano state accatastate nel cortile della manifattura tabacchi presso l'ex-convento di Santa Caterina in via delle Ruote a Firenze. Un improvviso quanto imprevisto acquazzone si riversò sulla città bagnando completamente il tabacco.  Per cercare di recuperarlo venne posto al sole affinché si asciugasse, così facendo lo si fece inconsapevolmente fermentare ed oltre che zuppo diventò anche maleodorante a causa dell'ammoniaca prodotta dalla fermentazione stessa.

A quel punto si decise di utilizzarlo comunque, piuttosto che buttarlo, per fabbricare dei sigari a basso costo, da considerare solo come dei prodotti di scarto. Buttare tutto avrebbe significato una perdita sicura che non sarebbe stata di certo gradita dal Granduca Ferdinando III proprietario della manifattura.

Il Kentucky fermentato venne utilizzato per creare dei semplici sigari bitorzoluti, di scarsissimo valore che vennero messi in vendita per pochi soldi nei quartieri più popolari di Oltrarno dove, inaspettatamente, riscossero un grandissimo successo, non solo per il costo economico ma anche per il gusto forte e ruvido conferito dalla fermentazione.

Risultati immagini per sigaro toscano

Visto l'inaspettato successo la Manifattura Granducale iniziò a produrre il sigaro Toscano su larga scala nel 1818.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.