martedì 20 marzo 2018

"Velox" - La Moka che ti segue ovunque

Per me il caffè è solo quello della Moka, una grande invenzione di Alfonso Bialetti che risale al 1933. Detesto nel modo più assoluto il caffè in capsule, secondo me uno dei peggiori simboli del consumismo dilagante, che in alcune città come Amburgo già sono state bandite. E poi, sono convinto che sia una buona idea boicottare quella famosa multinazionale che le produce.

La prima cosa che faccio appena alzato è il caffè,  per me non si tratta semplicemente di una bevanda ma di un appuntamento con se stessi ed il profumo del caffè che si diffonde per la cucina mi predispone positivamente nei confronti della nuova giornata.

Ma come fare in albergo? Ho provato ad ordinare il caffè al bar e farmelo portare in stanza,  inevitabilmente dopo una lunga attesa è arrivato spesso freddo e imbevibile.

Fortunatamente ho trovato la soluzione diversi anni fa, dotandomi di una Moka portatile Velox che mi accompagna in tutti i miei viaggi. E' la prima cosa che metto nella valigia quando mi preparo per una trasferta, insieme ad un barattolino di vetro con la mia miscela preferita.


La sera, prima di andare a dormire, preparo la mia velox e la mattina appena mi sveglio è sufficiente inserire la spina per avere, nel giro di pochi minuti, due tazzine di caffè, la prima la degusto a letto e la seconda mentre mi faccio la barba con il mio rasoio preferito.

C'è poco da dire, la qualità della vita dipende dalle piccole cose.

Buon caffè!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.