martedì 20 marzo 2018

Vitigno "Pecorino"

Il Pecorino è un vitigno autoctono del Centro Italia, in particolare dell'Abruzzo e delle Marche dove è largamente coltivato nelle colline Picene. Nel II secolo a.C. Catone il Censore lo include tra le varietà portate in Italia dalle migrazioni provenienti dalla Grecia e risulta presente nel Catalogo Nazionale dal 1871.


Il suo curioso nome sembrerebbe legato alla pastoriza e alla transumanza, forse le pecore apprezzavano particolarmente quest'uva per la sua dolcezza. 

Questo vitigno ha rischiato l'estinzione poichè i produttori per molti anni hanno preferito orientarsi verso vitigni più produttivi come il Trebbiano. Fortunatamente è stato riscoperto in tempo da alcuni produttori molto lungimiranti.

Si tratta di un vitigno che predilige delle forti escursioni termiche ed è caratterizzato da un alto grado zuccherino. Viene quasi sempre vinificato in purezza producendo vini alcolici che spesso raggiungono anche il 14 gradi e con una spiccata acidità.

Nei vini a base di Pecorino è facile riscontrare dei sentori di frutta tropicale, fiori bianchi e mela verde. Questi profumi insieme al grado alcolico e all'acidità li rendono adatti ad abbinamenti con preparazioni complesse a base di pesce e carni bianche. Particolarmente consigliato l'abbinamento con il coniglio, dove i sentiri erbacei del vino si sposano con in rosmarino utlizzato nella preparazione del piatto.

 Il Pecorino è utilizzato nelle seguenti Denominazioni di Origine:

 DOCG
   - Offida

DOC
   - Abruzzo
   - Controguerra
   - Terre Tollesi o Tullum
   - Colli Maceratesi
   - Falerio


Per maggiori informazioni si consiglia di consultare il Registro Nazionale delle Varietà di Vite alla voce Pecorino B.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.