domenica 19 aprile 2020

Alsazia

L'Alsazia è una regione situata all'estremità nordorientale della Francia, tra la pianura del Reno e il massiccio dei Vosgi, e ha più volte cambiato nazione di appartenenza. Nel 1648 entrò a far parte della Francia, successivamente passò alla Germania e, dopo alterne vicende, divenne definitivamente territorio Francese dopo la Seconda Guerra Mondiale. Tale situazione ha impresso nella popolazione, nell'architettura delle sue belle cittadine cinquecentesche e nella viticoltura i caratteri di entrambi i Paesi. Fin dall'epoca napoleonica l'Alsazia è suddivisa in due dipartimenti: Basso Reno e Alto Reno, quest'ultimo comprende la maggior parte dei vigneti.


La Strada del Vino attraversa longitudinalmente l'Alsazia lungo 170 km percorrendo circa 1500 ettari di vigna disposti su un'altitudine compresa fra 18 e 360 metri, con pendenze che variano fra 25° e 45° ed esposizione dei vigneti migliori a sud e a sudest.


Il clima è di tipo semicontinentale, con attenuazione dell'influenza atlantica grazie alla protezione dei Vosgi; è una delle regioni più secche di tutta la Francia, essendo le precipitazioni medie annue attorno ai 700 mm e molto numerose le giornate di sole.
Il suolo è quanto mai vario a motivo della notevole ricchezza geologica che contraddistingue questa zona: si trovano suoli con sabbia, ciottoli, marne, löss, calcare, granito, ardesia, rocce vulcaniche. Tali varietà di formazioni geologiche ha originato suoli diversi, ognuno dei quali caratterizza in modo netto la produzione vitivinicola, tanto che gli esperti riescono a distinguere con una certa facilità i Riesling e Gewürztraminer a seconda della zona di provenienza.

In generale, i suoli alsaziani sono suddivisibili in tre grandi categorie:

Suoli dei contrafforti dei Vosgli. Sono molto omogenei: risultano ricchi di granito, gres, scisti, residui vulcanici con sabbia e pietre. Si trovano, per esempio, a Ribeauvillé e a Turckheim. Le uve coltivate su questi terreni originano vini complessi e strutturati, il Riesling in particolare esprime su suolo granitico tutte le sue potenzialità.

Colline sotto i Vosgi. Prevalgano l'argilla e il calcare, oltre alla marna calcarea. Si trovano, ad esempio, a Bergheim e a Molsheim. Su questi suoli i vini risultano complessi e strutturati, specialmente i Gewürztraminer.

Suoli di pianura derivati da continua e e progressiva erosione e trasformazione dei due tipi precedenti. Sono sostanzialmente di origine alluvionali. Si ottengono vini piuttosto leggeri, fruttati, di rapida evoluzione, subito pronti per il consumo e di conseguenza non longevi.